Business & Media operator

Tesina di maturità 2016: come fare un lavoro perfetto

L’esame di maturità si avvicina per tantissimi studenti e con esso anche il dilemma della tesina di maturità 2016: ecco quindi un bell’articolo con consigli utili e pratiche da seguire per scegliere l’argomento perfetto e svolgere un’ottima tesina.

tesina di maturità 2016: notte prima degli esami

La tesina di maturità 2016 può sembrare per molti alunni un grosso problema che si aggiunge alla già grande mole di studio pre-esame, niente di più sbagliato. Correva l’anno 2012 quando chi scrive ha dovuto affrontare l’anno della maturità e l’unica cosa che mi faceva stare davvero tranquillo era proprio la tesina. Premetto che non sono mai stato un “secchione“, durante il liceo facevo tantissime attività extra e nonostante il mio rendimento fosse piuttosto discreto non ero assolutamente un tipo “chino sui libri“.

Quando è arrivato l’anno della maturità ho scelto l’argomento della tesina i primissimi giorni di gennaio colto da un’ispirazione durante la notte (non sto scherzando) e ho iniziato a scrivere il tutto verso il mese di maggio. La mia tesina si poté definire “sperimentale” e fu un vero e proprio successo, un lavoro meraviglioso che ancora oggi mi rende fiero (se siete curiosi la trovate nel mio curriculum).

Se anche voi che leggete vi chiedete come scegliere e come svolgere la tesina di maturità 2016 ecco che questo articolo cade a pennello. Da studente veterano che si avvia verso la laurea, approfitto del mio blog personale per tramandare ai più “giovani” i dettami e le linee guida del mio approccio che mi portarono a scrivere una tesina di successo nel 2012.

Tesina di maturità 2016: l’argomento

L’argomento della tesina è sicuramente l’aspetto più importante da tenere in considerazione. Un buon argomento vi aiuterà a svolgere il discorso e a trovare i vari collegamenti molto più facilmente rispetto ad un concetto confuso e poco chiaro.

La centralità dell’argomento della tesina risiede nel fatto che esso non va scelto a caso ma deve assolutamente rispecchiare una vostra passione, un qualcosa che vi animi e che sia propulsore di creatività. Quando ho scelto il mio (Il ruolo della tecnologia nel presente) la scelta è stata dettata dalla profonda passione che mi lega alla tecnologia, che mi ha portato tante gioie e soddisfazioni (come questo blog) e che mi ha permesso di scrivere la tesina con tanta passione e naturalezza.

tesina di maturità 2016: collegamenti

Il primo consiglio che vi dò è quindi di scegliere con cura un argomento che vi ispiri e che rifletta in qualche modo ciò che più vi piace. Può essere davvero qualsiasi cosa: dal calcio ai motori, dalla tecnologia ad un fatto storico che per voi è particolarmente significativo. L’importante è che vi appassioni. Se siete mossi dalla passione scriverete la tesina in brevissimo tempo e con il minimo sforzo.

Tesina di maturità 2016: i collegamenti

Il secondo aspetto fondamentale nella stesura della tesina di maturità 2016 riguarda i collegamenti fra le varie materie. Questo è assolutamente fondamentale, perché in una tesina di maturità è richiesta agli alunni l’abilità di saper collegare vari concetti, che facciano capo all’argomento centrale della tesina, in maniera coerente.

Per fare un esempio se il vostro tema centrale/argomento è “la violenza sulle donne” voi dovrete trovare un argomento da esporre per ogni materia (o per il maggior numero di materie possibili) che sia fortemente legato al tema della violenza sulle donne.

Una volta trovati i vari collegamenti tracciate il tutto con una mappa concettuale, è molto utile per poter dare uno sguardo d’insieme a quanto scelto da voi (e generalmente è richiesta dalla commissione d’esame). A questo punto potete anche iniziare le vostre ricerche e procedere con la stesura.

Tesina di maturità 2016: approfondimenti

Un ultimo aspetto cruciale nell’elaborazione della tesina di maturità 2016 riguarda la ricerca delle fonti o bibliografia. È molto importante l’approfondimento di ciò che andate a trattare e vi aiuterà a conoscere meglio il tutto favorendo la vostra esposizione.

Per approfondire al meglio e unire alla tesina un’efficace bibliografia (che non abbia solo riferimenti a Wikipedia) può essere buona norma arricchire le conoscenze con delle letture di approfondimento. Potete facilmente trovare libri e pubblicazioni varie che trattino i vari argomenti presenti nella vostra tesina. Quando ho elaborato la mia fra i vari temi c’erano “le neuroscienze” e “la stampa 3D” e ho approfondito questi due aspetti con un libro che trattava l’uso delle neuroscienze in ambito pubblicitario (sopratutto e-commerce) e un testo estremamente complicato di ingegneria sulla prototipazione rapida delle stampanti 3D.

I due testi mi hanno aiutato molto a comprendere al meglio gli argomenti trattati e così quando ho affrontato l’esposizione orale sapevo perfettamente di cosa stavo parlando.

Riassumendo il tutto, per la vostra tesina di maturità 2016 ciò che è veramente importante è: la scelta di un argomento che vi appassioni, dei buoni collegamenti fra le materie che esprimano con coerenza il vostro tema centrale e infine qualche approfondimento che arricchisca qualitativamente la vostra bibliografia. La tesina di maturità è il vostro palcoscenico, non sprecate l’occasione!

Tesina di maturità 2016: come fare un lavoro perfetto ultima modifica: 2016-01-27T16:30:00+00:00 da Camillo Piscitelli

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!

Notificami
avatar
wpDiscuz