Business & Media operator

Navigare anonimi: consigli utili e strumenti necessari

L’idea di scrivere un articolo su come navigare anonimi mi è venuta dopo aver visto il docu-film “Citizenfour“, un documentario sulla vicenda di Edward Snowden. Quanto rivelato da Snowden è molto importante e dovrebbe risvegliare le coscienze di tutti quanti noi.

Con l’avvento del web 3.0 (quello social e pubblicitario) tutti gli utenti subiscono un tracciamento costante da governi, società, enti pubblici ecc ecc. Sostenere che la privacy è a rischio sarebbe voler minimizzare, il concetto di privacy è ormai praticamente scomparso. La tracciatura avviene continuamente, con qualsiasi mezzo, in qualsiasi momento e a qualsiasi costo. Dai social network ai banner pubblicitari, dalla posta elettronica alle ricerche online. Qualsiasi cosa facciamo su internet viene percepita, rilevata, archiviata da un sistema ormai consolidato.

Navigare anonimi: tracking

Proteggere la propria privacy è molto importante e affermare “non ho niente da nascondere” non ha alcun senso. Citando lo stesso Edward Snowden: “Dire non mi importa nulla della privacy perché non ho nulla da nascondere equivale a dire non mi importa nulla della libertà di espressione perché non ho nulla da esprimere“.

Ma è possibile navigare anonimi senza lasciare tracce? Il concetto di “navigare anonimi con zero tracce” è piuttosto complesso e va interpretato esattamente come il concetto che “nessun sistema è sicuro“. E’ vero che esistono persone che effettivamente sono quasi impossibili da rintracciare su Internet ma quel quasi lascia sempre uno spiraglio di incertezza.

Dal momento che questo articolo è indirizzato verso l’utente medio vedremo quegli strumenti che ci consentono di limitare di parecchio il tracciamento senza intaccare troppo l’esperienza di navigazione online. In particolare si tratterà di:

  • Email sicure
  • Plug-in per il browser
  • VPN (Virtual Private Network)

Navigare anonimi: e-mail sicure

Purtroppo per noi, servizi email come GMail, Yahoo, Hotmail e tanti altri sono fra i servizi più spiati del mondo (soprattutto il primo). Questo vuol dire che inviare email anche molto confidenziali, come dati societari o privati, usando account di posta fra quelli citati non è una buona idea.

Nel concetto di navigare anonimi le email sono molto importanti ed è necessario tutelarle da occhi indiscreti. Per questo motivo mi sento di consigliare Protonmail: un servizio di posta elettronica nato da un team che ha fatto della privacy una priorità. Protonmail non registra nessun dato, utilizza crittografia end-to-end, ha i server dentro una montagna in Svizzera.

Navigare anonimi: Protonmail

Mandare email con Protonmail è facilissimo, esattamente come con qualsiasi altro servizio di posta elettronica. Purtroppo questo progetto è nato da poco e quindi è ancora in fase beta. Potete registrarvi sul sito ma il vostro account verrà attivato con un tempo medio di circa 2 settimane, questo perché la domanda è alta e le risorse a disposizione ancora limitate. L’attesa però vale la pena e consiglio questo servizio se avete necessità di mandare email particolarmente riservate.

Navigare anonimi: plug-in

Gran parte del tracciamento avviene mentre navighiamo su internet, qualsiasi cosa facciamo. Per limitare questo processo esistono alcuni componenti aggiuntivi che si integrano nel browser. In questo articolo vedremo:

  • Adblock Plus e Adblock Plus pop-up addon
  • Ghostery
  • HTTPS Everywhere
  • Disconnect Search

AdBlock Plus

Bloccare tutti gli annunci pubblicitari che compaiono mentre navighiamo online non solo è utile per navigare anonimi ma rende anche più piacevole la navigazione. Quante volte vi è capitato (soprattutto quando si cerca una serie televisiva da vedere online) che vi compaiano annunci luminosi, scritte e pop-up invadenti?

AdBlock permette di eliminare tutto questo ed è disponibile per qualsiasi browser voi usiate. Io consiglio di usare Mozilla Firefox, un browser che permette ampie personalizzazioni sviluppato da un’organizzazione no-profit. Per i pop-up potete usare questa estensione di AdBlock.

Ghostery

Ghostery è un altro add-on per il browser davvero utilissimo e assolutamente fondamentale per tutti coloro che desiderano navigare anonimi. Questo add-on si occupa di individuare durante la navigazione tutti i tracker della pagina, bloccandoli. Nelle sue impostazioni potete scegliere cosa bloccare, io ho scelto di bloccare tutto sia per quanto riguarda i tracker che per quanto riguarda i cookie.

Navigare anonimi: Ghostery

Ovviamente questo addon influisce sulla navigazione e alcuni tracker/cookie sono necessari per far funzionare caselle di testo, widget e altro ancora. Se doveste riscontrare una qualche anomalia potete aggiungere il sito alla lista bianca oppure riabilitare il singolo elemento.

HTTPS Everywhere

Un altra estensione fondamentale è HTTPS Everywhere. Promosso e diffuso dalla EFF (Electronic Frontier Foundation) in collaborazione con The Tor Project esso si occupa di forzare la connessione HTTPS (la connessione sicura e criptata) se il sito su cui stiamo navigando ne è provvisto. Molti siti potrebbero infatti prevedere la connessione HTTPS facendoci navigare lo stesso con una connessione non sicura e mettendoci a rischio, questo addon evita tutto questo proteggendo la nostra connessione.

Disconnect Search

Navigare anonimi vuol dire anche proteggere le nostre ricerche online da occhi indiscreti. Tutto ciò che digitiamo su Google, Bing, Yahoo Search ecc. viene archiviato e tracciato. Grazie a Disconnect Search possiamo invece continuare a svolgere ricerche sui nostri motori di ricerca preferiti senza che esse siano tracciate. L’estensione permette di fare ricerche dalla stessa barra del browser, dal sito del motore di ricerca e dal suo bottone integrato nel browser senza che queste vengano tracciate dal motore di ricerca stesso.

Navigare anonimi: disconnect search

Il suo pregio è che non si tratta di un motore di ricerca alternativo, esso protegge solo le nostre ricerche permettendoci di continuare a usare Google, Bing & Co. come motori di ricerca.

Navigare anonimi: VPN

L’ultimo argomento che tratterò è lo strumento che permette di navigare anonimi per eccellenza: la VPN (Virtual Private Network). Una VPN generalmente serve per poter collegare dei computer in modo sicuro e crittografato, in modo tale da poter raggiungere questi dati anche se si trovano in posti fisici molto distanti da noi e in piena sicurezza. Per questo motivo vengono utilizzate a livello aziendale e governativo ma è possibile utilizzarle anche per mascherare la nostra connessione permettendoci di fatto di navigare anonimi.

In paesi come la Cina la VPN è fondamentale per poter raggiungere siti web normalmente censurati. Questo perché grazie alla VPN possiamo raggiungere tali siti per mezzo di essa con un server all’estero e quindi non direttamente con la nostra connessione.

Navigare anonimi: OpenVPN

Oggi esistono tantissime VPN per navigare anonimi, alcune gratuite e altre a pagamento. Normalmente consiglio sempre di acquistare una VPN perché con un servizio premium si hanno a disposizione tanti server diversi e sopratutto una banda maggiore (con una gratuita invece si naviga molto a rilento e male). Soprattutto molte VPN a pagamento garantiscono anonimato e protezione mentre quelle gratuite no. E’ sempre bene sapere dove passa la nostra connessione.

Ho scoperto da poco un progetto lanciato dall’Università di Tsukuba in Giappone che promuove la diffusione di VPN mantenute e gestite da volontari che hanno aderito al progetto. Non si tratta del solito servizio gratuito inefficace, questa volta si parla di VPN efficienti, veloci e distribuite in tutto il mondo. Ci sono server anche con una banda di 200 Mbps e mentre si naviga sembra quasi di non averla (in genere una VPN rallenta sempre un minimo la connessione).

Il servizio si chiama VPN Gate e quasi tutti i server supportano il protocollo OpenVPN (uno dei più sicuri). Per potervi connettere ad uno dei server VPN Gate basta che installate innanzitutto un client OpenVPN (Download Windows/LinuxDownload Mac), dopodiché scegliete il server al quale volete connettervi dall’elenco scaricando il file di configurazione dove dice “OpenVPN Config File” e selezionando il tipo UDP. Per connettervi basta che apriate il file di configurazione con il programma che avete scaricato prima, farà tutto da solo mascherando la vostra connessione permettendovi di navigare anonimi.

Questi sono accorgimenti utili che vi permetteranno di diminuire considerevolmente la tracciatura standard di motori di ricerca, pubblicità, cookie ecc. e sono consigli diretti ad utenti medi che desiderano salvaguardare la propria privacy senza intaccare troppo l’esperienza di navigazione.

Navigare anonimi: consigli utili e strumenti necessari ultima modifica: 2015-10-11T17:14:12+00:00 da Camillo Piscitelli

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!

Notificami
avatar
wpDiscuz